Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_shanghai

Milano Design Film Festival a Shanghai 18/11

Data:

18/11/2017


Milano Design Film Festival a Shanghai 18/11

Ore 14 Sabato 18 Novembre

Jing'an District Culture Center

Presentazione MDFF

Storia, attualità, innovazione. Film d’autore e di registi esordienti. Indagine dei codici espressivi del linguaggio dell’audiovisivo. Una location nel cuore della città del design.
Milano Design Film Festival (MDFF) è una piattaforma d’informazione, d’aggiornamento, di sperimentazione e d’incontro, che si caratterizza per la qualità dei contenuti e per un’inedita ed efficace capacità di dialogo con un pubblico trasversale composto da architetti, designer, appassionati della materia, ma anche dai curiosi in città.
L’appuntamento annuale si svolge in ottobre, al nuovo Palazzo del Cinema Anteo, la multisala nel cuore di Brera, uno dei più effervescenti distretti del design e della moda milanese. È costruito su un programma articolato di pellicole recenti e del passato con l’intento di mostrare in maniera chiara come il tempo sia capace di cambiare i punti di vista e i linguaggi della cultura, e che la capacità di innovare passa anche dalla creatività.
Il festival, nel suo insieme, si propone come un nuovo sistema di comunicazione e divulgazione culturale, svelando la composita visione del paesaggio del vivere e dell’abitare, in cui tutto è progetto. I temi sono Design, Architettura, City Planning, Sustainability, e ogni edizione dedica una curatela speciale a un approfondimento tematico interdisciplinare, affidata a un professionista riconosciuto.
In relazione alla grande diffusione del linguaggio audiovisivo, il programma accosta diversi generi e tecniche cinematografiche (documentari, film di intrattenimento, lungometraggi, cortometraggi e clip) e costruisce un palinsesto di voci e stimoli che include anche momenti di discussione e workshop con designer, architetti, produttori, registi, critici, docenti e studenti dall’Italia e dal mondo. Particolare attenzione è data infine alle produzioni italiane del settore, offrendo loro spazio all’interno del programma, e promuovendole dentro e fuori i confini nazionali.
Oltre all’evento clou di ottobre (nel 2017 dal 19 al 22 ottobre), l’attività di MDFF prosegue tutto l’anno, con MDFF Capsule, che prevede progetti spot a misura e itineranti a Milano, in Italia e all’estero.
Nato nel 2013, dal laboratorio di ricerca MiCue Milano Design, MDFF è patrocinato dal Comune di Milano. L’alta qualità dei contenuti ha permesso di siglare un accordo con l’Ordine degli Architetti di Milano (secondo il decreto ministeriale DPR 137/2012) che ha riconosciuto il festival come programma didattico di aggiornamento per i professionisti iscritti all’Albo.
Nell'aprile 2017 MDFF ha lanciato MDFF Store - store.milanodesignfilmfestival.com - e il video magazine 7th ROOM - magazine.milanodesignfilmfestival.com 

Programma

DeLightFul

Matteo Garrone, Italy 2017, 9’20”

Commissionato dal Ciarmoli Queda Studio nell’ambito dell’allestimento dedicato al design e all’illuminazione organizzato all’interno del Salone del Mobile 2017 e in linea con la filosofia del Salone stesso, incentrato sulle novità dal mondo del design e della tecnologia per gli spazi abitati, DELIGHTFUL descrive un contesto favolistico sospeso nel tempo e nello spazio segnato profondamente dall’apparente contrasto e dalla inaspettata armonia tra rarefatti e misteriosi elementi naturali ed eleganti complementi d’arredo. Come l’Alice di Lewis Carroll, capace di attraversare lo specchio, i personaggi che si muovono nel corto sembrano in grado di superare con facilità la zona liminale che divide i due mondi, quello “esterno”, caratterizzato da superfici fredde, inanimate, ipertecnologiche, e quello “interno”, affascinante, ricco di soluzioni formali, materiche e cromatiche, a cui fanno felicemente ritorno dopo aver lavorato o studiato “altrove”.

Amare Gio’ Ponti

Francesca Molteni, Italy 2015, 30’

Un ritratto dell’uomo e dell’architetto, aspirante pittore, promotore ante litteram dell’italian design che, in più di cinquant’anni di attività, ha sperimentato tutto – arti, mestieri, oggetti, architetture e materiali – con energia instancabile, dal piccolo al grande, dalla progettazione di una maniglia all’ideazione di un piano urbanistico. “L’architettura è un’interpretazione della vita”, scriveva. Un divulgatore del moderno che ha corso il rischio dell’indifferenza e dell’oblio. Il film vuole indagare le ragioni di questa diffidenza, soprattutto della critica, al di là degli stereotipi e dei luoghi comuni, che lo hanno “presto relegato nel serafico Olimpo dei padri misconosciuti”, come scrive Fulvio Irace. E vuole raccontare anche le ragioni della nuova fortuna che lo ha visto, negli ultimi anni, riscoperto e riproposto, come modello di architetto europeo e internazionale. Perché, parafrasando Ponti, che diceva “l’arte si è innamorata dell’industria”, l’industria di ieri e di oggi si è innamorata di Gio Ponti?

Volevo essere Walt Disney

Francesca Molteni, Italy 2016, 35’

Voleva essere Walt Disney, ed è diventato Alessandro Mendini. Creatore di un universo parallelo, ironico e tragico, personale e capace di parlare al mondo, in tutte le lingue. L’architettura, l’arte, il design, la scrittura e la critica. Un protagonista del XX e del XXI secolo, che nel film racconta un sogno diventato realtà, come Walt

Disney. “Il mio modo di agire e progettare è un bisogno autobiografico”, dice, “ho la sensazione di appartenere al passato, uso metodi antichi, lontani dalla logica di oggi, come la matita. Pur avendola sempre criticata, anche la mia ricerca del bello è antica”. Una ricerca che si accompagna ai tanti incontri – Alberto
Alessi, Emilio Ambasz, François Burkhardt, Piero Bisazza, Germano Celant, Anna Gili, Joseph Grima, Giovanna
Mazzocchi, per citarne alcuni – alle ossessioni e alle utopie, come progettare l’oggetto di design perfetto. A fare da contrappunto: una voce disincantata, quella di Elio. E il cortometraggio animato, scritto e diretto da
Era Ora & Ivana Gloria.

Fare Luce

Gianluca Vassallo, Italy 2017, 15’

FARE LUCE sono due parole che descrivono l’essenza di Foscarini: due parole che rappresentano l’identità dell’azienda, il suo modo di essere e di ragionare. Libera, non convenzionale, appassionata: Foscarini ha nel proprio DNA una particolare sensibilità nel promuovere la cultura del design, l’arte e la creatività.
In quest’ambito nasce il video-progetto FARE LUCE. Quattordici brevi corti, ideati e prodotti da Gianluca Vassallo, tutti girati in Sardegna nelle località di Bortigiadas, Nughedu San Nicoló e San Teodoro che raccontano differenti storie: storie semplici, storie quotidiane, accomunate dal tema di FARE LUCE.

Maddalena!

Valeria Parisi, Italy 2017, 28’36”

Maddalena de Padova, mancata nel dicembre 2016, è stata la prima signora del design italiano. Dalla fine degli Anni 50 ha importato e divulgato il design scandinavo e ha fatto conoscere i maestri americani, Charles e Ray Eames, Alexandre Girard, George Nelson. Le vetrine del suo negozio di Corso Venezia, spesso allestite da Achille Castiglioni, erano considerate le più belle del mondo. La sua mostra sugli Shaker, setta americana del XVIII secolo, di cui ha rieditato i mobili estremamente funzionali, ha un'importanza storica. Con lei semplicità e essenzialità sono diventati valori dell'abitare, anche in Italia. Il documentario racconta le tappe salienti della vita di una taste maker e imprenditrice ante litteram che grazie alla forza di carattere è riuscita ad affermarsi in un mondo ancora molto maschile. È la stessa Maddalena de Padova a raccontarsi in un'intervista realizzata da 3D Produzioni nel 2005 in più giorni e diverse location, nel negozio di Corso Venezia e a casa sua. Alla sua voce si aggiungono quelle di chi l'ha conosciuta e ha condiviso con lei momenti di vita e di lavoro: Patricia Urquiola, Piero Lissoni, Pierluigi Cerri, Birgit Lohmann, Vanni Pasca, Eleonore Peduzzi Riva, Natalia Aspesi, Lina Sotis, Claudio Luti, Italo Lupi, Luca de Padova. A impreziosire ulteriormente il video anche una breve testimonianza di Vico Magistretti, suo compagno di vita e lavoro.

 

Informazioni

Data: Sab 18 Nov 2017

Orario: Dalle 14:00 alle 16:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura Shanghai (意大利驻沪总领事馆文化处)

In collaborazione con : Milano Design Film Festival(米兰设计电影节)

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Jing’an Cultural Center (n. 459 North Wulumuqi Rd., Jing’an District) (静安区文化馆)

562